Giovedì, 02 Maggio 2024

Italy&USA – Alba Music Festival 2024

Dal 23 maggio al 2 giugno
(programma scaricabile al fondo della pagina)

Fra le presenze di quest’anno citiamo: Arsenii Moon, Vincitore assoluto del 64° Concorso Pianistico Ferruccio Busoni 2023 e contestuale Vincitore del Premio Arturo Benedetti Michelangeli del Premio del Pubblico, che inaugurerà la rassegna; l’Orchestra Filarmonica della Romania prestigiosa compagine attiva dal 1956, che presenterà quattro produzioni sinfoniche; la violinista olandese Lisa Jacobs, acclamata da BBC Music Magazine, The Strad e Gramophone Magazine, che si è esibita con la Royal Concertgebouw Orchestra, la Brussels Philharmonic, la Bremer Philharmoniker, sotto la direzione di Neeme Järvi, Riccardo Chailly, Mariss Jansons e molti altri; la pianista moscovita Sofia Vasheruk, figlia d’arte e finalista del Queen Elisabeth Piano Competition di Bruxelles; il Forte Trio, ensemble di Stato della Repubblica del Kazakistan, con Maxat Jussupov (violino), Murat Narbekov, (violoncello) e il pianista Timur Urmancheev, fondatore e direttore artistico dell'ensemble, Artista Emerito del Kazakistan, Cavaliere dell'Ordine "Kurmet", il quale si è esibito nelle più prestigiose sale da concerto internazionali, come il Conservatorio Čajkovskij di Mosca, la Filarmonica di Pechino, la Berliner Philharmonie con i Berliner Philharmoniker, la Salle Cortot di Parigi; il soprano Sung Hee Park personaggio di grande rilevanza soprattutto in Asia, solista e docente alla EWHA Women University di Seul, che si esibirà in un gala operistico assieme alla straordinaria voce di Gianluca Pasolini; il direttore islandese Gudni Emilsson, già vincitore dell’Herbert von Karajan Award a Salisburgo e del Richard Wagner Award a Bayreuth, attivo in tutta Europa, in Africa, nei paesi del Medio ed Estremo Oriente, del Nord e Sud America, presso Gewandhaus di Lipsia, Tokyo Opera City Hall, Sala Cecilia Meireles a Rio de Janeiro, Festival di Primavera di Praga, accompagnando solisti come Emmanuel Pahud, Josef Suk, Pieter Wispelwey, Uto Ughi, Shlomo Mintz, Sergei Nakariakov, Mischa Maisky; Jeff Silberschlag, direttore della Chesapeake Orchestra, della Maryland Youth Symphony e del St. Mary's College of Maryland; l'italiano Roberto Gianola, direttore stabile del Teatro dell'Opera e Balletto di Izmir, già direttore del Teatro dell'Opera di Istanbul; il direttore Luigi Pagliarini a capo dell’Orchestra dell’Academia Montis Regalis e del Coro giovanile e delle voci bianche del Sistema AMR; il gruppo statunitense Soli Chamber Ensemble con Ertan Torgul al violino, David Mollenauer al violoncello e Carolyn True al pianoforte; la Northern Iowa Symphony Orchestra sotto la direzione di Erik Rohde e Hannah Porter-Occeña come solista in un programma tra Bernstein, Čajkovskij, Kernis, e la prima esecuzione italiana di Jeffer Higdon, The Light That We Can Hear, commissionata dalla National Flute Association americana; il pianista Andrea Bacchetti, ospite abituale del festival albese; il violinista portoricano José Miguel Cueto nell’esecuzione del Concerto per violino di Camille Saint-Saëns; tra i solisti che si esibiranno con l’Orchestra Sinfonica, i due talenti coreani Yookyung Yoon violino e Deokjin Oh alla viola, la violinista russa Maria Solozobova e il violoncellista Stefan Kropfitsch, il pianista Maurizio Moretta nel famoso Concerto per pianoforte n. 1 di Pëtr Il'ič Čajkovskij; il duo Ellipsis con Alberto Cesaraccio all'oboe e Alessandro Deiana alla chitarra; il Trio francese Arinna; il soprano Cristina Nadal impegnato in un recital vocale. Sarà presente l’Orchestra Alba Filarmonica, formazione del territorio composta da oltre 40 elementi diplomati e neo diplomati diretta da Nicola Davico, la quale prosegue la sua attività nel corso di tutto l’anno in una funzione virtuosa al servizio dei giovani e della comunità.
Citiamo inoltre l’esecuzione de La serva padrona, il celebre Intermezzo buffo musicato da Giovanni Battista Pergolesi in collaborazione con l’Accademia dell’Opera della Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova; un programma interamente dedicato a Ennio Morricone, con l’Orchestra d’archi della Filarmonica della Romania e l’orchestrazione originale e la direzione di Vito Clemente; un concerto con il Coro gregoriano Haec dies, diretto da Ezio Aimasso, in un programmadedicato al Rotulo di San Teobaldo con l’esposizione e consultazione della copia fotografica dell’XI-XIII secolo; i recital delle pianiste giapponesi Saori Haji e Miho Tokaji e del pianista americano Keith Kirchoff, il quale si esibirà anche in duo con il soprano Rose Hegele nel programma New York Memories.

IL COMPOSITION PROGRAM
Parte integrante di Alba Music Festival sarà anche quest’anno il Composition Program, il corso internazionale di Composizione che richiama annualmente una quindicina di giovani compositori, principalmente dagli Stati Uniti (quest’anno selezionati tra oltre 70 candidature), per un periodo di intenso approfondimento. Le loro composizioni saranno eseguite in due concerti pomeridiani chiamati Wet Ink - Opera Prima, brani che saranno anche registrati nella Sala Beppe Fenoglio di Alba. Tra i docenti del Corso, dei quali verranno anche eseguiti alcuni lavori, troviamo il compositore in-residence Aaron Jay Kernis, Premio Pulitzer e Premio Grammy-Award, tra i più riconosciuti compositori americani, docente da oltre vent’anni alla Yale University; J. Anthony Allen della Slam Academy di Minneapolis che terrà un seminario dedicato alla Electronic Music Production, Carl Schimmel della Illinois State University; Jennifer Bellor dell’Università del Nevada a Las Vegas; Erich Stem le cui composizioni sono state descritte dal Washington Post come “sofisticate e intriganti”; Elliott Miles McKinley della Roger Williams University e coordinatore del progetto. Tra le prime esecuzioni, oltre a quelle nei concerti Wet Ink – Opera Prima, la prima esecuzione italiana di Jeffer Higdon, The Light That We Can Hear, commissionata dalla National Flute Association americana, e il gruppo statunitense SOLI Chamber Ensemble con Ertan Torgul al violino, David Mollenauer al violoncello e Carolyn True al pianoforte che eseguirà alcuni brani in prima esecuzione.

GLI EVENTI COLLATERALI
Non mancheranno gli eventi collaterali, naturale valorizzazione di tutte le componenti del festival: i concerti e le prove generali dedicate alle Scuole in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Centro Storico di Alba; la mostra fotografica di Bruno Murialdo dedicata al territorio, alla musica e agli artisti del Festival e quella, alla Chiesa di San Giuseppe, di Paolo Benegiamo, uno sguardo speciale verso l’arte dei suoni attraverso il bianco e nero fotografico. Ancora la Wine&Music experience, sinestesia tra musica e vino in un incontro multisensoriale con il sommelier Ico Turra in collaborazione con la Cantina Pugnane di Castiglione Falletto.

Ingresso
è possibile la prenotazione online qui

Amici di Alba Music Festival
La sottoscrizione come Amici di Alba Music Festival include l’ingresso e la prenotazione prioritaria dei posti sia per i concerti a ingresso libero che a pagamento. Per la prenotazione inviare email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando per quali date si desidera prenotare.
Informazioni su come diventare Amici del Festival qui.

Informazioni
www.albamusicfestival.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. +39.0173.362408

Newsletter - Segui il festival

×
×

Log in